Quattro piante magiche

piante medicinali

Quattro piccole piante “poco conosciute” per le loro proprietà beneficihe.

Probabilmente già sai che l’echinacea aiuta a combattere il raffreddore, la camomilla a rilassare e il tarassaco a purificare il corpo (se non lo sapevi adesso già lo sai!). In realtà esistono moltissime altre piante dagli incredibili benefici e qui diseguito ne presentiamo quattro “meno conosciute”.

1. Anice

anice2

Anche se è originaria del Mediterraneo, troverete l’anice in piatti asiatici e curry di tutto il mondo. Con un inconfondibile profumo di liquirizia, è utilizzata anche per insaporire dolci, piatti e caramelle.
In medicina, può essere utilizzata come espettorante, contribuendo ad alleviare la congestione del torace, aumentando il flusso sanguigno e riducendo l’infiammazione. Come olio essenziale, può essere applicato topicamente grazie alle sue proprietà antisettiche. Può anche essere utilizzato in prodotti per l’igiene come il dentifricio.

2. Arctium (Burdock Root)

burdockroot

Questa pianta è utilizzata come una verdura in Asia e, si dice, abbia una consistenza gommosa e un sapore dolce. I semi, le radici e le foglie hanno proprietà curative.
Può essere utilizzato per trattare la pelle e il cuoio capelluto, per lenire il mal di gola e la tonsillite, ridurre l’artrite e le ulcere e per purificare il sangue. In Russia e in India, è usata come un rimedio anti-cancro.

3. Il Basilico Sacro

Non è il basilico tradizionale che troviamo nei nostri piatti preferiti, ha, infatti, le foglie verdi e viola con i bordi frastagliati. Conosciuto anche come tulsi, i benefici di questa pianta sono molteplici, pianta che è facile da “coltivare” anche nel nostro giardino. Le foglie hanno proprietà tonificanti, nonché mitigano la fatica. Tra i molti benefici, questa pianta combatte la febbre, è espettorante, calma il mal di gola (quando utilizzata come un tè o un gargarismo), rinforza il cuore, cura le infezioni della bocca o ulcere e aiuta ad espellere i calcoli renali. Inoltre, il basilico santo è famoso per essere utile nella lotta contro malattie della pelle, punture di insetti, mal di testa, problemi agli occhi e denti.

4. Cardo Mariano

450px-Silybum_marianum01

I benefici del cardo sono così famosi che persino la comunità medica tradizionale ne consiglia l’uso per il trattamento delle malattie del fegato e avvelenamento da funghi. Infatti, nel 1986 il cardo mariano è stato approvato come trattamento per le malattie epatiche: è usato per trattarevarie malattie, tra cui la cirrosi e l’epatite alcolica. Inoltre, ha proprietà estrogene, come aiutare a stimolare la produzione del latte materno e può essere utilizzata per incoraggiare un periodo mancato. Si è dimostrato utile anche contro disturbi del surrene, sindrome dell’intestino irritabile e della psoriasi.