Dimagrire in inverno

Può sembrare una contraddizione, ma il freddo può essere un valido alleato per iniziare un percorso di dimagrimento o per mantenere i proprio peso forma.

È proprio in inverno, con il freddo, che il corpo aumenta il consumo di calorie, spendendo una parte significativa dell’energia ottenuta dagli alimenti per mantenere la temperatura corporea.
È infatti comprovato che la riduzione della temperatura ambientale a 15º o meno, induce un sensibile incremento del metabolismo basale.

Alcuni suggerimenti per intraprendere questo percorso e sfruttare l’inverno a proprio favore.

Idratarsi.

– una buona idratazione dell’organismo favorisce la riduzione dell’introito calorico durante i pasti;

– è indispensabile per facilitare l’escrezione delle sostanze di rifiuto attraverso l’urina e il sudore ed ha anche un effetto plastico poiché conferisce forma e turgore ai tessuti;

il 75% della massa muscolare è costituito da acqua che svolge un ruolo di antagonista nei confronti del cortisolo – ormone che favorisce il catabolismo del tessuto muscolare. Una buona idratazione contrasta quindi il consumo dei muscoli.

Mantenersi idratati permette di mangiare di meno e di mantenere intatta la massa muscolare utile per incrementare il dispendio energetico dell’organismo.

Una ottimo forma per idratarsi è bere tè, in particolare il tè verde, un vero e proprio toccasana, date le sue “mille e una” proprietà benefiche (antiossidante, dimagrante, antitumorale, ecc.).

Mangiare sano e gratificante.

È molto importante prendersi cura della propria aliementazione, senza esagerare con le quantità. Sarebbe improduttivo scegliere diete drastiche che impongono grandi cambiamenti nelle abitudini alimentari, il rischio è di non riuscire ad ottenere i risultati desiderati ed accumulare frustrazione e stress oltre ai chili di troppo.

La dieta giusta è quella che si può seguire sempre e con piccoli cambiamenti ci conduce gradualmente verso una sana alimentazione. Accanto a frutta, verdura, cereali e alimenti proteici possiamo inserire ogni tanto dolci e altri cibi particolarmente graditi.

La gratificazione va intesa come strumento da adottare allo scopo di ridurre le quantità. Questa è la migliore base da cui partire per intraprendere un percorso di “buona alimentazione” a lungo termine.

I dolci preparati in casa con burro, uova, farina ed altri ingredienti freschi e di alta qualità possono essere inseriti nella dieta di tutti i giorni, preferibilmente a colazione, mentre se si comprano dolci confezionati bisogna fare particolare attenzione agli ingredienti riportati in etichetta, il rischio infatti è che siano presenti grassi idrogenati, conservanti e coloranti.